Home / Attualità / Addio Lucy Parke, morta la bambina centenaria
Addio Lucy Parke, morta la bambina centenaria

Addio Lucy Parke, morta la bambina centenaria

Nel corso delle ultime ore è stata ufficializzata una triste notizia, Purtroppo la famiglia ha detto addio a Lucy Parke. È morta così la bambina centenaria.

Lucy Parke è morta, la famiglia sui social: Grazie Lucy e grazie Dio

Negli ultimi anni la storia di Lucy Parke aveva commosso l’intero mondo. La bambina era affetta dalla sindrome di Hutchinson, la quale provoca l’invecchiamento precoce del corpo non intaccando la mente, portando i bambini che ne sono affetti a una morte rapida ovvero nei primi anni di vita. Nonostante gli sforzi della famiglia della piccola sembra che per tale malattia conosciuta anche come progeria non vi era alcuna cura. La malattia aveva fatto sì che la usi nei suoi pochi 8 anni sviluppasse il corpo di una signora centenaria e conservasse la mente il sorriso della bambina che era. A dare il triste annuncio della morte di Lucy sono stati i genitori Stephanie e David: “il tuo sorriso era la nostra forza. Grazie Lucy e grazie Dio, Ci mancherai ogni singolo giorno”.

Morta la bambina centenaria il ricordo della scrittrice Catherine Campbell

Come abbiamo già avuto modo di scrivere la storia di Lucy Parke era riuscita a commuovere davvero tutto il mondo. Recentemente la scrittrice Catherine Campbell aveva voluto raccontare la storia di Lucy nel suo libro When we can’t, God Can. Dopo la notizia apparsa sui giornali che portava appunto come “Morta la bambina centenaria”, Ecco che la scrittrice ha voluto affidare il suo ricordo di Lucy Parke a Facebook: “Lucy era una bambina sotto ogni aspetto e sono stata fortunata ad averla incontrata. Negli ultimi anni ha combattuto coraggiosamente contro gli effetti della progeria, (Ndr. Sindrome Hutchinson), aveva sul suo piccolo corpo e ora e finalmente libera dal dolore e dalla limitazione della malattia, Ma la sua famiglia è devastata dalla sua morte e il loro dolore e anche il mio”.

About Claudio De Filippi

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *