Home / Attualità / Arrestato in Libia l’imprenditore Giulio Lolli della truffa degli yacht
Arrestato in Libia l'imprenditore Giulio Lolli della truffa degli yacht

Arrestato in Libia l’imprenditore Giulio Lolli della truffa degli yacht

Finisce il 29 ottobre la latitanza dell’imprenditore Giulio Lolli responsabile della truffa degli yacht di Rimini. L’uomo, che da anni ormai era uno dei luogo tenenti responsabili della sicurezza marittima, è stato arrestato e portato nel carcere di Tripoli. Si cerca di capire se Giulio Lolli potrebbe ricevere nelle prossime ore l’estradizione per l’Italia

Arrestato in Libia Giulio Lolli dopo 7 anni di latitanza

L’imprenditore Giulio Lolli mette fine così alla sua latitanza durata 7 anni? L’imprenditore bolognese è un nome ben noto nel panorama criminale italiano, su di lui sono stati emessi ben due mandati internazionali di cattura da parte della Questura di Rimini. L’uomo infatti è responsabile di aver messo in atto una truffa ai danni della Rimini Yacht. La vicenda è costata a Giulio Lolli l’arresto appunto con l’accusa di associazione a delinquere finalizzata alla truffa e all’estorsione. Peccato però che l’imprenditore bolognese ha ben pensato di scappare dall’Italia verso la Libia dove la sua vita è stata parecchio travagliata. Qualche ora fa è stata confermata la notizia riguardante l’arresto di Giulio Lolli che potrebbe tornare in Italia già nell’arco delle prossime ore.

Arrestato in Libia Giulio Lolli, adesso si trova a Tripoli

Giulio Lolli, un po’ seguendo le orme di Cesare Battisti, da qualche anno aveva iniziato una nuova vita e una nuova carriera lavorativa. L’uomo infatti in un prima fase iniziale era stato arrestato anche in Libia e trasportato nelle carceri di Gheddafi per essere poi liberato dalle milizie dei ribelli. Successivamente l’ex imprenditore bolognese ha intrapreso una vera e propria carriera militare fino a diventare un luogo tenente responsabile della sicurezza marittima del porto di Tripoli, guidata dal comandante Taha El Musrati. Giulio Lolli, responsabile della truffa degli yacht a Rimini, è stato arrestato il 29 ottobre dal RADA, ovvero militari che dipendono dal ministero del dipartimento libico anche se al momento non è stata resa nota la nuova accusa. L’unica notizia certa è che Giulio Lolli si trova a Tripoli in carcere in attesa di sapere se verrà estradato in Italia.

About Claudio De Filippi

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *