Home / Attualità / Giallo a Como, Dolores De Bernardi trovata morta in casa di riposo con guanti in gola
como dolores de bernardi soffocata guanti casa riposo

Giallo a Como, Dolores De Bernardi trovata morta in casa di riposo con guanti in gola

Trovata soffocata la 91enne Dolores De Bernardi ospite non autosufficiente casa riposo Don Guanella a Como,  guanti di lattice nel cavo orale: Procura dispone autopsia per l’anziana

Como, Dolores De Bernardis, 91 anni, trovata morta al Don Guanella con guanti di lattice in gola

Un paio di guanti di lattice infilati nel cavo orale, compatibili con una morte per soffocamento. È stata trovata così, nel tardo pomeriggio di domenica 24 settembre 2017, Dolores De Bernardi, 91 anni, da anni ricoverata nella casa di riposo Don Guanella di via Tommaso Grossi, a Como. L’anziana era inferma e con gravi deficit di autosufficienza anche cognitiva, tali da rendere necessaria la nomina degli amministratori di sostegno e l’intervento di operatori per la nutrizione.

Giallo al Don Guanella di Como, soffocata la 91enne Dolores De Bernardi

E’ un vero e proprio giallo: secondo la Squadra mobile della Questura di Como, coordinata dal sostituto procuratore Simona De Salvo, l’ipotesi più accreditata è quella di omicidio come conseguenza di un’aggressione, o comunque di un gesto compiuto da terze persone. Solo il medico legale potrà far luce su questo mistero dopo l’autopsia che sarà eseguita nelle prossime ore. La causa del decesso, a una prima analisi, pare essere quel paio di guanti, dapprima scambiati per fazzoletti di carta, i quali hanno ostruito a Dolore de Bernardi naso e gola, impedendole di respirare. La povera 91enne è morta per asfissia.

Morte Dolores De Bernardi a Como, disposta autopsia

Dolores De Bernardis è stata trovata dal personale sanitario nel tardo pomeriggio di domenica 24 settembre 2017, tra le 18 e le 18.30. Subito è stata chiamata la Polizia, ma gli accertamenti per escludere altre possibilità e arrivare a orientarsi verso un possibile omicidio, sono proseguiti a lungo. Un gesto volontario della donna, se anche se per assurdo fosse entrata in possesso di quei guanti, sembra molto improbabile, date le condizioni fisiche e mentali in cui si trovava da tempo. L’anziana non era più autosufficiente e si ritiene improbabile che avesse avuto occasione di procurarsi i guanti in lattice e infilarseli nel cavo orale.

Como, giallo sulla morte di Dolores De Bernardi

Tuttavia, non sono stati trovati segni di violenza evidenti sul suo corpo. Per il momento le indagini procedono contro ignoti e non ci sono sospettati. Sono state ascoltate diverse persone all’interno del ricovero Don Guanella di Como, a partire dal personale sanitario, ma per il momento non c’è un particolare orientamento verso qualcuno che potrebbe aver avuto dei motivi, anche banali, per aggredire l’anziana. Dolores De Bernardi era ricoverata nella struttura da tempo e on lei sono in degenza altre persone avanti con l’età e affette da problemi fisici e psichici: la sua compagna di stanza 94enne, anche lei con deficit, non è stata in grado di fornire nessuna informazione utile. Si attende l’autopsia per avere la certezza che si tratti di omicidio.

About Ilaria Ambrogi

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *