Home / Economia / Assunzioni INPS, concorso per mille laureati: requisiti e domanda
Assunzioni INPS, concorso per mille laureati: requisiti e domanda

Assunzioni INPS, concorso per mille laureati: requisiti e domanda

Il presidente INPS Tito Boeri ha annunciato su Twitter che è stato indetto un concorso per mille laureati. Dopo 10 anni l’Inps torna ad assumere e i giovani precari che sognano il posto fisso cercano tutte le info per presentare domanda.

Assunzioni Inps 2018: le ultime sul concorsone

Gli annunci di lavoro sono social e anche il presidente dell’Inps ha scelto di adeguarsi ai tempi. Tito Boeri in un tweet ha anticipato l’uscita del bando di concorso per assunzioni Inps 2018 e i requisiti richiesti. Il presidente ha scritto che i candidanti devono essere in possesso di laurea magistrale in economia, ingegneria gestionale e del certificato b2 di inglese, che corrisponde al livello base del First Certificate Cambridge. I posti disponibili sono solo 350 ma è previsto un aumento di 730, per un totale di 1080 risorse. Boeri è convinto che questa sia una grande opportunità e dopo dieci anni è sicuramente un segnale positivo in un paese come l’Italia dove la disoccupazione intellettuale è ampia. Le assunzioni Inps sono previste nel 2018 ovvero dopo un mese dalla delibera. Al momento non ci sono altre informazioni sulla presentazione della domanda e sulle modalità di svolgimento del concorso ma vi terremo aggiornati.

Concorsi 2018: magistratura, avvocatura e assistenti giudiziari

Il prossimo sarà un anno positivo dal punto di vista delle assunzioni, soprattutto per i laureati in giurisprudenza. Il Ministero della Giustizia Orlando ha confermato che sono previste diverse selezioni pubbliche per assunzioni a tempo indeterminato tra cui magistratura, avvocatura e assistenti giudiziari al fine di rendere più celere il lavoro nei tribunali. I concorsi pubblici annunciati si collocano in un piano di assunzioni ben più ampio dover rientrano anche il concorso Inps 2018 e quello dell’Agenzia delle Entrate.

About Andrea Rizzoli

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *