Home / Economia / Risparmiare sul riscaldamento, come avere una casa calda in inverno
come risparmiare riscaldamento novembre inverno casa calda senza consumi gas

Risparmiare sul riscaldamento, come avere una casa calda in inverno

Una serie di preziosi suggerimenti per avere una casa calda senza consumare troppo e una bolletta meno cara in novembre e in inverno: tutto sui controlli periodici e come risparmiare

Consigli per risparmiare sul riscaldamento a novembre e in inverno

Puntuale come ogni anno, quando inizia novembre arrivano i primi freddi, segno che l’inverno si avvicina. Per preservare la propria salute si tende ad accendere i termosifoni nelle case, ma occorre stare molto attenti al riscaldamento, ma siamo sicuri di usare la caldaia e l’acqua calda in maniera corretta? Si cerca sempre di ottimizzare il consumo di energia e ridurre i costi per quanto riguarda il riscaldamento, in vista degli aumenti del costo del gas che incideranno sulle spese delle famiglie italiane. Tuttavia, basta osservare pochi ma semplici consigli e suggerimenti per risparmiare e avere lo stesso un caldo tepore in casa.

Come risparmiare sul riscaldamento, casa calda senza consumare troppo

Non bisogna dimenticare che, quando inizia novembre, si dà il via all’accensione dei caloriferi in ambienti domestici in cui vige il riscaldamento condominiale, nella maggior parte delle Regioni d’Italia. Per non far salire la quota delle spese di condominio è obbligatorio sapere come seguire dei consigli e dei suggerimenti di risparmio, anche perché si può tagliare il costo del 40% sui consumi.

Consigli sui metodi più utili per risparmiare sul riscaldamento

Bisogna cercare di eliminare le fughe di calore da finestre, porte, cassettoni delle tapparelle. Per fare un lavoro ad arte occorre utilizzare materiali isolanti, guarnizioni, pannelli di materiale espanso e installare doppi vetri. Ovviamente, ridurre la temperatura o chiudere i termosifoni in ambienti inutilizzati tramite valvola termostatica. La temperatura ideale è sempre tra i 18 e i 20 gradi, mentre la notte è bene ridurla a 16 gradi con piccoli trucchi. Inoltre, è bene spegnere il riscaldamento un’ora prima di andare a dormire o di uscire di casa. Il calore verrà immagazzinato nei muri, ma non facendo crescere la bolletta del gas.  Mai adagiare sui caloriferi i panni da asciugare o tenere le tende chiuse, qualora le si hanno davanti ai radiatori, perché entrambi impediscono all’aria calda di circolare. Inoltre, i controlli periodici devono essere eseguiti per pulire la caldaia e la canna fumaria, oltre che mettere a punto il bruciatore.

About Ilaria Ambrogi

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *