Home / Salute / Test di gravidanza positivo, ma ecografia rivela altro
gravidanza cisti ovarica

Test di gravidanza positivo, ma ecografia rivela altro

Nonostante la pancia fosse cresciuta a vista d’occhio, essere incinta non era il vero motivo del gonfiore di Kirsty Butler di 22 anni: una ciste ovarica stava per ucciderla

Giovane ragazza incinta, ma gonfiore non è dovuto al feto

I sintomi di una gravidanza sono inconfondibili e tra i segnali c’è senza ombra di dubbio la pancia gonfia. Per questo Kirsty Butler, 22 anni del Galles, scopre di essere incinta mediante un test di gravidanza. Ma grande è stata la sorpresa quando, durante gli esami ginecologici di routine, scopre che la causa non è certo il feto che cresce, bensì un corpo estraneo che può ucciderla.

Kirsty Butler, cisti da record durante gravidanza

La ragazza era in attesa di un bambino, ma il gonfiore addominale non era certo dovuto al bimbo che aspettava. Kirsty aveva una cisti ovarica enorme, che aveva raggiunto i 30 centimetri di diametro e che le aveva fatto diventare la pancia uguale a una gestante all’ottavo mese, benché la gravidanza fosse solamente alla sesta settimana.

Cisti ovarica gigante rimossa da 22enne, niente da fare per il feto

Dalla gioia di essere incinta alla paura di morire: Kirsty Butler era letteralmente terrorizzata sia per la sua salute di futura madre, sia per il feto, il suo futuro bambino. Secondo il Daily Mail, i medici hanno dovuto purtroppo prendere una dolorosa decisione e la scelta è stata quella di rimuovere la cisti che stava schiacciando il ventre della ragazza e soffocava la piccola vita dentro di lei. Purtroppo, nonostante l’impegno del personale sanitario, Kirsty ha perso a soli 22 anni il suo bambino. Si è voluto aspettare fino all’11esima settimana per dare modo al bambino più possibilità di sopravvivenza durante questo intervento invasivo. Solo dopo una settimana, durante una normale visita di controllo, si è scoperto che non aveva più battito cardiaco.

About Ilaria Ambrogi

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *