Home / Tecnologia / Nuova truffa su WhatsApp, come difendersi
whatsapp

Nuova truffa su WhatsApp, come difendersi

Nuovo raggiro che corre nella app di messaggistica più usata di sempre: come proteggersi dalla nuova truffa WhatsApp con messaggio di rinnovo abbonamento che costringe gli utenti a pagare per usare l’applicazione, pena il blocco della stessa

Come proteggersi dalla nuova truffa WhatsApp

Una nuova truffa sta colpendo gli utenti WhatsApp in queste ore: attenzione a un falso abbonamento della app di messaggistica istantanea che sarebbe in scadenza e quindi andrebbe rinnovato. il servizio è e resterà totalmente gratuito per tutti, quindi non bisogna rinnovare nessun abbonamento. Quindi attenzione se riceve questo messaggio. Caratteristiche principali di questo messaggio sono l’italiano scorretto e un link esterno a cui bisogna accedere per rinnovare il presunto abbonamento in scadenza.

WhatsApp, allarme truffa: come proteggersi dal raggiro

Gentile Cliente, Attenzione! Il tuo account WhatsApp Messenger e scaduto. La registrazione non e stata rinnovata scade entro 24 ore, per rinnovare il tuo WhatsApp Messenger 0,99 euro, grazie a seguire il link di rinnovo. Rinnova il tuo WhatsApp Messenger. Si prega di rinnovare il più presto possibile per evitare la perdita di tutti i media (immagini, video, storico). Verifica“.  Questo è il messaggio truffa che si sta diffondendo tra gli utenti. Messaggi scritti in italiano non corretto e sgrammaticato.

Nuova truffa WhatsApp, falso abbonamento per rubare soldi

Uan truffa veramente brutta, soprattutto per chi risponde a questo messaggio tramite il link. Infatti, rispondendo al messaggio arrivato sulla app si apre una pagina web in cui immettere i dati di pagamento. Così, i truffatori riescono a rubare i soldi. Secondo il presidente dello Sportello dei Diritti, l’unica maniera per difendersi è non rispondere a questi messaggi strani e palesemente falsi e non cliccare sui link a cui conducono a richieste di dati personali o bancari. Di solito, il rinnovo è da pagare direttamente tramite le opzioni nell’applicazione e non certo cliccando su un sito esterno e, per giunta, totalmente estraneo ad essa.

 

About Ilaria Ambrogi