Home / Attualità / Trovata bomba al tribunale di Milano, città in tilt
Trovata bomba al tribunale di Milano, città in tilt
Foto: Corriere della Sera

Trovata bomba al tribunale di Milano, città in tilt

Una bomba finta è stata lasciata davanti al Tribunale di Milano. L’oggetto, un macinino per la marijuana, è stato lasciato sotto la cancellata. Dopo l’allarme sono stati transennati corso di Porta Vittoria e Via Fregulia per lasciare spazio agli artificieri.

Falso allarme bomba, Milano bloccata

Oggi pomeriggio intorno alle ore 16 è scattato a Milano un falso allarme bomba. Davanti alla cancellata di Palazzo di Giustizia è stata abbandonata una bomba-ananas utilizzata solitamente per tritare la marijuana. Un passante ha segnalato la presenza di un pacco sospetto dove era custodito il finto ordigno. L’attenzione è sempre molto alta e le forze dell’ordine sono intervenute immediatamente. Il traffico cittadino è andato in tilt ma la situazione è ritornata alla normalità. Il pm Alberto Nobili ha deciso di aprire un’indagine a carico di ignori per procurato allarme e ha disposto l’analisi delle telecamere presenti in zona. Il reato è punibile con sei mesi di carcere.

I precedenti

Non è la prima volta che si verifica un falso allarme bomba a Milano l’ultimo a luglio quando una telefonata anonima giunta in tarda serata al centralino, informava della presenza di un ordigno a Palazzo Marino. A quell’ora il comune era quasi deserto ma l’edificio era stato sgomberato per i controlli ma l’ispezione aveva dato esito negativo.

Un altro falso allarme “memorabile” è quello dei primi giorni del 2017 nel McDonald’s di Piazza Duomo, in pieno centro. Nel fast food era scattato l’allarme terroristico dopo che i clienti avevano sentito dei colpi simili a spari. Decine le chiamate al 112. Immediata la corsa verso le uscite. Anche in quel caso si era trattato di un falso allarme perché quei rumori erano causati dal compattatore dei rifiuti inceppato.

About Andrea Rizzoli