Home / Economia / Starbucks Italia assunzioni, 150 posti di lavoro: come candidarsi?
Starbucks Milano offerte di lavoro, requisiti e disponibilità

Starbucks Italia assunzioni, 150 posti di lavoro: come candidarsi?

Save the Date! Ad autunno 2018 Starbucks apre a Milano. Per il punto vendita italiano sono previste 150 assunzioni, scopriamo le mansioni richieste e come candidarsi alle offerte di lavoro della caffetteria più famosa del mondo.

Starbucks Italia offerte di lavoro

Sono aperte le selezioni per l’assunzione di 150 dipendenti per la caffetteria Starbucks di Milano. L’azienda ha intenzione di aprire altri punti vendita nella regione Lombardia e sono previste altre 150 assunzioni, per un totale di 300 posti di lavoro. Per candidarsi è necessario andare sul sito ufficiale Starbucks Reserve Roastery e scegliere tra le diverse mansioni richieste. Il limite per l’invio delle candidature è il 28 febbraio 2018.

Starbucks Milano mansioni richieste

Tra le mansioni richieste c’è quella di bartender che ha molti punti in comune con il barman ma per la preparazione dei cocktail non usa solo gli strumenti tradizionali. Il bartender è un esperto che prepara le bevande sfruttando uno stile moderno e più rapido. Le competenze richieste per questa mansione sono esperienza nel preparare e servire bevande, rifornire il bar in caso di necessità. Inoltre è necessario saper accogliere il cliente fornendo un servizio di eccellenza e guidandolo nelle scelte. I candidati devono essere disponibili a lavorare su turni, nel fine settimana e durante le festività. Tra le altre figure richieste per lavorare a Starbucks Milano anche esperto del caffè e brand ambassador per illustrare al meglio l’offerta gastronomica e delle bevande dell’azienda.

Perché Starbucks apre a Milano?

Starbucks Milano non sarà solo una caffetteria ma una Reserve Roastery, ovvero una torrefazione in cui il caffè verrà prodotto e servito in un contesto elegante. L’ad della società ha parlato di tubi sul soffitto dove si vedranno passare i chicchi del caffè e assistere a tutte le fasi della lavorazione. Verranno serviti caffè di tutto il mondo e non solo quelli Starbucks.

About Andrea Rizzoli

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *