Home / Salute / Sclerosi multipla, a rischio donne con carenza di Vitamina D?
Sclerosi multipla, a rischio donne con carenza di Vitamina D?

Sclerosi multipla, a rischio donne con carenza di Vitamina D?

La scienza conferma, la scarsità di vitamina D per alimentazione ed esposizione solare possono portare l’organismo a un rischio raddoppiato di sviluppare la sclerosi multipla: a rischio SLA chi non segue una dieta varia, chi abusa di creme solari e ch vive in luoghi con carenza di raggi solari, come le grandi città

Carenza vitamina D porta alla sclerosi multipla

Molte persone soffrono di carenza di vitamina D, soprattutto coloro che vivono negli alloggi in città. Luoghi in cui l’esposizione solare è ridottissima. È paradossale notare tutti pretendano di stare bene semplicemente curando l’alimentazione e lo stile di vita ma nessuno si renda conto del fatto che il proprio benessere e la stessa vita siano legati con un filo molto stretto al Sole. La nostra stella, grazie ai suoi raggi, scalda la Terra e fa germogliare e crescere piante e animali. Inoltre, pare che preservi le donne dalla sclerosi multipla. E’ scoperta recente che tra i vari fattori che concorrono a una carenza di vitamina D ci sia un abuso delle creme solari. Se la carenza persiste a lungo, secondo alcuni scienziati americani il rischio è quello di contrarre la malattia.

Donne a rischio sclerosi multipla se manca vitamina D

Uno studio condotto dall’Harvard TH Chan School of Public Health di Boston e pubblicato sulla rivista Neurology mette in evidenza le conseguenze della scarsa presenza nell’organismo femminile di vitamina D. un tra tutte spicca ed è la percentuale di probabilità che le donne possano contrarre la SLA: 50% in più. La scoperta si deve alla pazienza degli esperti. Sono stati analizzati 3200 campioni di sangue di altrettante donne diverse.

I risultati dello studio: vitamina D contro SLA

Sono molte le ricerche che mettono in evidenza le virtù dell’esposizione solare nei confronti del sistema immunitario. La vitamina D prodotta è in grado di sopprimere le cellule immunitarie tipiche della malattia. Ma non solo: pare che stare al sole riduca anche fortemente il rischio di infezioni. bassi livelli di vitamina D possano portare ad avere i muscoli a diventare particolarmente flaccidi e deboli. A esserne maggiormente interessati sarebbero le persone di mezza età, le quali si ritroverebbero poi nella tarda età a soffrire di fragilità ossea e muscolare, con il rischio di invalidità e morte precoce. Secondo i risultati ottenuti è emerso che il rischio di sviluppare sclerosi multipla in caso di carenza di vitamina D è altissimo, specie per i soggetti di sesso femminile che già di per sé hanno un rischio maggiore rispetto agli uomini. Per scongiurare il pericolo, donne giovani e di mezza età devono correggere i valori mediante alimentazione, esposizione ai raggi solari o integratori.

About Ilaria Ambrogi